- Punto5.it - http://punto5.it/news -

C2/A, finale play-off. Verso Sinope-Atellana, Reccia: “Dovevamo salvarci. L’unione fa la forza, andremo al massimo”

Salvatore Reccia, tecnico della Real Atellana Due Sicilie [1]

Salvatore Reccia, tecnico della Real Atellana Due Sicilie

Ad agosto si ipotizzava una salvezza come obiettivo in casa Real Atellana Due Sicilie, ora alla vigilia dell’incontro con la Sinope si sogna, ed è vietato non credere in sé. Il riflesso di una mentalità propositiva illumina le parole del tecnico Salvatore Reccia, guida in questa incredibile cavalcata: “Abbiamo fiducia nei nostri mezzi, vogliamo disputare una grande gara dopo quella con il Città di Acerra. Stiamo benissimo atleticamente, e questo ha sempre rappresentato un’arma. Sabato mancherà Diano – ancora fermo ai box – ma confido in un gruppo di uomini straordinari”.

DOVEVAMO SALVARCI “Ad inizio anno – continua – i patron Petillo e Cesaro mi avevano chiesto di mantenere la categoria, con un occhio ad una C1 futura. Abbiamo combattuto per tutta la stagione e tra tante difficoltà, domani scenderemo in campo con serenità ma con la consapevolezza che è un’occasione irripetibile. Testa, cuore e grinta, e se arrivasse una sconfitta non cancellerebbe un’annata d’oro”.

FUTURO. “L’Olympique è una montagna da scalare e adesso sono concentrato su questo. Spero poi di restare dove sono, amo questi colori e voglio prolungare questa magnifica post-season”.